La Rete

Diversificazione della selvicoltura

Promozione e diversificazione della selvicoltura in funzione delle varie produzioni possibili, delle tecniche colturali consentite o in via di sperimentazione, delle esigenze rispetto alla fauna e alla fruizione del bosco, delle forme integrative di reddito derivanti dal mercato volontario dei crediti di carbonio.

L’evoluzione ormai storica della compagine forestale del nostro territorio – soggetta ad utilizzazioni più discontinue e mirate - , l’evoluzione dell’assetto socio-economico attuale e le nuove condizioni poste dal mercato in particolare dal mercato del legno richiedono a tutta la filiera che voglia valorizzare la produzione forestale locale di valutare e sperimentare anche forme nuove di selvicoltura - più rispondenti a criteri di economicità e di valorizzazione ambientale. In quest’ambito una prospettiva di reddito aggiuntivo viene dal mercato volontario dei crediti di carbonio, legato al riconoscimento delle esternalità dello stoccaggio della CO2 climalterante operato dal bosco e dalla sua manutenzione.

OBIETTIVI DI RIFERIMENTO

FORMA DI ATTUAZIONE

RISORSE NECESSARIE

TIPOLOGIE DI SOGGETTI

SOGGETTI COINVOLTI

III e IV

Da definire

Scientifiche,

tecniche,

imprenditoriali

progettuali

(da individuare)

Proprietari forestali, aziende agricole, ditte boschive, tecnici

Unione di Comuni Valdarno e Valdisieve, UNCEM, Regione Toscana, Confindustria, UTB Vallombrosa, , Ordine, altri da definire

SOGGETTO CAPOFILA: da individuare
OBIETTIVO TEMPORALE: 31/12/2016.
RISULTATI ATTESI: molteplici (da individuare priorità anche in funzione delle opportunità di reperimento delle risorse)

Contatti

Associazione Foresta Modello delle Montagne Fiorentine
Via Poggio alla Cuna 7
50060 Londa (FI)

Telefono: +39 0558396649 +39 0558354016

Fax: +39 0558396634  +39 0558354044

E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

C.F. 94214410485 P. IVA 06284660484